The walking dead, serie tv rivelazione arrivata alla 6°stagione

Scritto da

The walking dead serie cult

The walking dead, nascita di un cult

The walking dead è una serie televisiva horror trasmessa dal 2010, anno in cui fu deciso di trasporre i fumetti scritti da Robert Kirkman (anche direttore esecutivo dello show) per la Image Comics; nonostante ciò il regista della serie Frank Darabont, in accordo con l’autore dei fumetti, ha progressivamente discostato gli eventi televisivi dalla trama del fumetto.

La serie The walkind dead è stata trasmessa dal canale AMC negli USA e in Italia, nello stesso anno, da Fox (a pagamento); l’episodio pilota sulla televisione normale, girato ad Atlanta nel 2010, è andato in onda in Italia su Cielo solo due anni dopo, nel 2012.

La trama essenzialmente ripropone lo scenario dell’apocalisse-zombie, particolarmente fruttuoso dal punto di vista cinematografico, ma fino ad allora mai proposto in uno show televisivo.

Regia, sceneggiatura e colonna sonora

Nel corso delle 6 stagioni dello show si sono succeduti alla sceneggiatura e alla regia diverse squadre: lo showrunner Frank Darabont ha abbandonato il ruolo nel corso della seconda stagione a causa di controversie con la direzione riguardo al budget e alle decisioni sulla trama; il produttore esecutivo Glen Mazzara ha quindi preso il suo posto insieme ad altri sceneggiatori, per poi andarsene dopo la fine della terza stagione, in accordo con la direzione di AMC a causa di divergenze. A partire dalla quarta stagione fino al momento attuale lo showrunner è Scott M. Gimple.

La colonna sonora è curata da Bear McCreary, autore anche della colonna sonora di The Sarah Connor Chronicles e Battlestar Galactica; altri brani inseriti nello show sono di John Murphy e di Peter Gabriel e provengono da alcuni film del passato.

Trama di The walking dead

Il protagonista dello show è Rick Grimes (interpretato da Andrew Lincoln), un vicesceriffo che durante una sparatoria con dei fuorilegge viene ferito gravemente alla schiena. Ricoverato in ospedale, non appena uscito dal coma, si ritrova in un ambiente devastato: l’ospedale è distrutto e pieno di cadaveri. Rick riesce a fuggire dall’ospedale dopo un incontro con una massa di zombie e, cercando la moglie e il figlio dispersi, incontra altri superstiti che gli comunicano ciò che sanno sull’epidemia virale che ha generato i mostri affamati di carne umana.The walking dead serie cult
Fuggendo dalla città, incontra presto altri sopravvissuti (tra cui la famiglia e Shane, suo migliore amico) con i quali forma un gruppo allo scopo di sopravvivere.

Ben presto, Rick si accorgerà che i veri nemici non sono gli zombie, ma altri sopravvissuti incontrati nel corso delle loro peregrinazioni, con i quali contendersi l’accesso alle risorse primarie: cibo, armi e un luogo sicuro dove sopravvivere in attesa della fine dell’epidemia, possibilità tuttavia molto incerta. Persino il migliore amico Shane (interpretato da Jonathan Edward Bernthal) si rivelerà diverso da ciò che Rick conosce.

Accoglienza della serie

Numerosi giornalisti hanno espresso commenti entusiastici sullo show The walking dead, sia grazie alla sceneggiatura particolarmente realistica e di stampo cinematografico, sia per le tematiche umane ed etiche che trascendono il semplice combattimento contro gli zombie. Lo scrittore horror e fantasy Stephen King ha definito il quinto episodio della stagione 2 come uno dei suoi preferiti in assoluto.

La serie ha ottenuto il rating A su numerose riviste specializzate e siti online, basati sulle recensioni di chi ha visto l’episodio pilota. Il primo episodio della serie ha tenuti incollati allo schermo più di 5 milioni di spettatori: si tratta di una puntata trasmessa dall’emittente AMC che ha realizzato più ascolti in assoluti.

Successivamente, altri episodi delle stagioni seguenti hanno realizzato record di ascolti, come l’episodio 8 e l’ultimo episodio della seconda stagione. La quinta stagione ha poi battuto ogni precedente record con 17 milioni di telespettatori soprattutto tra i 15 e i 50 anni: The walking dead si è così confermata come il tv show più di successo degli ultimi 10 anni.

Curiosità sulla serie The walking dead
Sono state pubblicate online da AMC alcune webserie che hanno lo scopo di ampliare e completare le vicende narrate nella serie televisiva.
Nel 2011, poco prima della trasmissione della seconda stagione della serie, l’emittente televisiva ha messo online una webserie dal titolo The Walking Dead: Torn Apart (in Italia visibile online su Fox.tv come “Storia di uno ombie”) composta da 6 episodi da pochi minuti ciascuno. La trama narra delle vicende antecedenti alla storia di Grimes, come la storia della “ragazza della bicicletta”, il primo zombie ucciso da Rick Grimes nel primo episodio della prima stagione.
La seconda webserie online di AMC consta di 4 episodi e si intitola “The Walking Dead: Cold Storage”: narra di un uomo che cerca di ritrovare la sorella durante l’apocalisse zombie. La terza e ultima webserie pubblicata da AMC si intitola “Il giuramento”: nei 3 episodi viene raccontata la storia di due sopravvissuti feriti che, cercando rifugio in un ospedale, incontrano una dottoressa che nasconde qualche segreto.
Nel 2013 è uscito il videogioco-prequel tratto dalla serie e chiamato The Walking Dead: Survival Instinct, sviluppato dalla Terminal Reality; un ulteriore videogioco con lo stesso titolo della serie invece è stato tratto dai fumetti e ha vinto alcuni riconoscimenti nel settore.